Le ricette di Elena/3 Le qualita' del riso integrale

Le proprietà del riso integrale sono varie, è ottimo per chi soffre di colite e fermentazione intestinale. E' un valido aiuto per combattere il colesterolo. Le fibre che vi sono contenute contribuiscono a mantenere in salute l’intestino. Prendi nota della ricetta di Elena

Esiste una vasta letteratura sul riso integrale e sappiamo che ha origine asiatiche, i cinesi lo coltivavano a scopo alimentare già nel VI millennio a.C., così come testimoniato da diversi siti del neolitico, nella Cina orientale. Si diffuse poi in Mesopotania, Persia, Egitto ed infine in Europa.
 
Le proprietà del riso integrale sono varie, è un ottimo alimento per chi soffre di colite e fermentazione intestinale, tra l’altro il riso integrale è un valido aiuto per combattere il colesterolo, non ultimo le fibre contenute nel riso contribuiscono a mantenere in salute l’intestino. Il riso è formato per circa il 90% da sostanze amidacee, per il 7-8% da proteine, per il restante da lipidi, fibra grezza, sali minerali, ed è riconosciuto come un alimento completo apportatore di calorie. Il riso integrale è un riso normale, ma a cui viene lasciata la pellicola che ricopre il chicco, detta lolla o pula, che ha un colore bruno e che è ricca di fibre e sostanze benefiche. Inoltre il riso integrale ha un basso indice glicemico, ciò vuol dire che il riso che noi mangiamo verrà “consumato” dal nostro organismo durante la giornata e quindi durante questo periodo di tempo avremo la possibilità di bruciarlo per svolgere le nostre attività, piuttosto che accumularlo come fonte di grasso. 
 
 
propietà del riso integrale ying e yang
 
 
  Il riso integrale è il cibo più equilibrato tra questi due elementi.
 
propietà del riso integraleCome cucinarlo? Prima di tutto cercare un buon riso integrale.
 
Cottura base del riso integrale (e di altri cereali) dosi per 3/4 persone
300 gr. di riso integrale (si raccomanda di acquistarlo presso i negozi specializzati in prodotti naturali)
600 ml di acqua 
Sale q.b.
 
 
Prima di tutto lavare bene il riso integrale finché l’acqua non rimane limpida. In una pentola mettere l’acqua e il riso tutto a freddo. Portare ad ebollizione poi abbassare la fiamma, deve essere molto bassa. Coprire e lasciare cuocere per 45 minuti circa (finché l’acqua non è  completamente assorbita). Si può usare, per accorciare i tempi, la pentola a pressione, in questo caso rimangono invariati la procedura e le quantità, mentre il tempo di cottura si accorcia a 25/30 minuti.
 
 
Si può condire con del pesto, piuttosto che con delle verdure saltate precedentemente in padella. 
Il riso integrale una volta cotto si può conservare in frigorifero per due/tre giorni. Con il riso avanzato e con un po’ di fantasia si possono preparare squisiti piatti quali gli arancini, le polpette, ma di questo parleremo la prossima volta. (elena castagna)

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER