Il gelato? A base di latte pecora

Anche il gelato è a base di latte di pecora: gioddu, seada, fiordilatte e cannolo

 

Anche il gelato si farà con il latte di pecora. Il merito (e il copyright) va a Maurizio Cossu e Giandomenico Cugusi, entrambi di Macomer. Cossu, pasticcere, membro del Cda del Gal Marghine, e Cugusi, artigiano del gelato e socio Gal hanno pensati a coni, coppette e semifreddi al gioddu, seada, fiordilatte e cannolo a base di latte di pecora. Le pecore sono allevate nei pascoli naturali del Marghine, e il loro latte ha un sapore deciso ma delicato.

 


I gelati più gettonati? Seada e gioddu. Il primo è a base di latte di pecora, con pezzi di pasta sfoglia che si trovano all'interno, ricotta, formaggio e variegato al miele amaro, con scorza di limone o arancio e zafferano. Il gioddu ha un gusto freschissimo e un basso contenuto di lattosio e colesterolo. Il fiordilatte è creato con bacche vere di vaniglia, non contiene lattosio nè glutine.

Il Cannolo è a base di latte e ricotta, é farcito con pezzi di cialda siciliana e canditi. Altri gusti sono in cantiere, a partire dal gelato al pecorino con le pere.

gc

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER