L'Unesco riconosce la dieta mediterranea: e' patrimonio dell'umanita'

La Dieta Mediterranea è entrata nel patrimonio culturale immateriale dell’Unesco. L’ok è arrivato questo pomeriggio da parte del comitato intergovernativo dell’Unesco riunito a Nairobi. Lo ha confermato all’ANSA oggi da Nairobi, Pier Luigi Petrillo, responsabile della delegazione del ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali che ha aggiunto che la "Dieta Mediterranea è stata approvata all’unanimità".

’’Al momento della proclamazione - ha continuato Petrillo - c’e’ stata un’ovazione tra i delegati di tutti i 166 Stati presenti. Molti delegati si sono riuniti intorno alla delegazione italiana per le felicitazioni’’. Il responsabile del ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali ha detto che i quattro Paesi che hanno sostenuto la candidatura per la Dieta Mediterranea (Italia, Spagna, Grecia e Marocco) si sono trovati concordi nel volere ’’dedicare il riconoscimento al sindaco Angelo Vassallo’’, ucciso in un agguato lo scorso 5 settembre a Pollica in Campania.

’’Noi tutti ricordiamo Pollica come una comunita’ emblematica - ha precisato Petrillo - Ci tenevamo molto, perche’ il sindaco Vassallo aveva lavorato con il nostro ministero su questa candidatura’’. Grande l’emozione per la delegazione italiana. ’’E’ stato un bel momento. Io mi sono un po’ commesso’’, ha concluso Petrillo.

’’Dopo giorni di trattative, il risultato sperato e’ arrivato. Questo prestigioso successo mi riempie d’orgoglio e di soddisfazione e rappresenta un traguardo storico per la nostra tradizione alimentare e per la cultura dell’intero Paese’’. Con queste parole il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Giancarlo Galan, commenta la notizia dell’inserimento.
 
Galan ha poi ringraziato ’’di cuore’’ la comunita’ del Cilento, patria della Dieta Mediterranea, il cui sostegno convinto nel corso della candidatura e’ stato indispensabile per il buon esito finale, ed in particolare il Presidente del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, Amilcare Troiano.
 
’’So che a Nairobi - conclude il Ministro - la delegazione del Ministero ha dedicato il prestigioso riconoscimento dell’Unesco proprio ad un uomo simbolo del Cilento, il sindaco di Pollica Angelo Vassallo. Mi associo a loro, non senza commozione, per ricordare colui che con tanta passione aveva sostenuto con convinzione e passione fin dall’inizio questo progetto: sono certo che il risultato raggiunto oggi lo avrebbe reso orgoglioso’’.

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER