Rane a rischio estinzione

Inquinamento, mancanza di habitat e specie invasive: le rane rischiano l'estinzione

WhatsApp Share

 

Le rane rischiano l'estinzione, per colpa di inquinamento, mancanza di habitat e specie invasive. Lo afferma una ricerca australiana che, analizzando i dati internazionali, ha evidenziato che 200 delle 6355 specie conosciute di rane si sono estinte in 30 anni, tra gli anni 1960 e gli anni 1990. La maggior perdita di specie si è verificata in America Centrale e in Brasile.

 

Se le cose non cambieranno, secondo il responsabile della ricerca John Alroy, docente di Scienze Biologiche alla Macquarie University di Sydney, centinaia di altre specie di rane saranno perdute entro il prossimo secolo. Non serve, in realtà, un aumento delle minacce ambientali, anche uno stato conservativo porterebbe ad una perdita del 6,9% di specie nei prossimi 100 anni. Anche se il riscaldamento globale contribuisce, la maggior parte delle specie si è estinta per altri fattori. 'Le perdite vengono dall'introduzione di specie invasive, dalla diffusione di un micete chiamato BD (Batrachochytrium dendrobatidis), dalla distruzione degli habitat e potenzialmente per l'inquinamento', scrive il biologo.

gc