Una miscela di foglie di bambù e albicocca giapponese può prevenire i coaguli di sangue

Conosciamo gli effetti sulle piastrine degli estratti di Phyllostachys pubescens e Prunus mume

WhatsApp Share

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista BMC Complementary and Alternative Medicine, il mix vegetale di foglie di bambù e albicocca giapponese può prevenire la formazione di coaguli di sangue.

Il team di studiosi, provenienti dal Korea Institute of Oriental Medicine, dalla Daejeon University e dalla Dankook University, ha utilizzato una miscela 2:1 di Phyllostachys pubescens e Prunus mume per esaminare gli effetti inibitori sull'aggregazione di piastrine, valutando anche l'efficacia nella prevenzione di trombi, una delle principali cause di decesso.

I ricercatori hanno somministrato per via orale la miscela ai topi ogni giorno, dopo il digiuno notturno, per tre giorni. Hanno poi raccolto il sangue degli animali un'ora dopo il trattamento.
Hanno quindi esaminato l'effetto antitrombotico della miscela, attraverso un modello di trombosi indotto da carragenina.

I risultati hanno rivelato che la miscela preveniva notevolmente l'aggregazione piastrinica e la formazione di trombi, aumentando il livello intracellulare di cAMP e diminuendo l'ATP, il trombossano A2, la serotonina e lo ione calcio. Inoltre, impediva il legame del fibrinogeno all'integrina aIIbß3 e l'attivazione di ERK2, p38, PLCγ2 e PI3 K.

In conclusione, foglie di bambù e estratti di albicocca giapponese possono davvero prevenire l'aggregazione delle piastrine e la formazione di coaguli di sangue. Per questo, seguiranno ulteriori studi.