Rosacea: una vera e propria malattia della pelle

Non si tratta di un disturbo passeggero, ma di una vera e propria malattia della pelle. Consultate il medico

WhatsApp Share

 

La rosacea è una vera e propria malattia della pelle: si tratta di una condizione infiammatoria cronica della cute delle aree centrali del viso, le cui cause devono essere ancora definite del tutto. Il consiglio è quello di rivolgersi al proprio medico: ben 9 persone su 10, infatti, la curano solo come un fastidio passeggero, ma è molto importante capire i fattori scatenanti.

E così un gruppo di esperti dermatologi ha messo a punto una serie di Raccomandazioni sulla Gestione della Rosacea, redatte con il patrocinio di SIDeMaST e ADOI, l’Associazione Dermatologi Ospedalieri Italiani (con il contributo incondizionato di Galderma): obiettivo è sensibilizzare e far conoscere la malattia, invitando chi ne soffre a rivolgersi ad uno specialista. 

‘La rosacea è spesso sottostimata. Solo una persona su 10 riceve una diagnosi certa. Si tratta infatti di una malattia complessa, che si può presentare con una varietà di manifestazioni cliniche differenti e spesso comuni ad altre patologie con cui può essere confusa. L’infiammatoria cronica della cute di naso, guance, fronte, mento si presenta inizialmente con vampate transitorie di arrossamento, alle quali fa seguito nel tempo un arrossamento persistente con presenza di piccoli vasi sanguigni (teleangectasie). Possono comparire papule arrossate o pustole, accompagnate da cute secca con sensazione di prurito e bruciore. Anche gli occhi possono essere interessati da congiuntivite e da rossore palpebrale, con bruciore (rosacea oculare). In casi estremi si può giungere all’ispessimento della cute del naso che porta al cosiddetto rinofima: naso ingrossato, rosso e deformato’, ha sottolineato Giuseppe Monfrecola, direttore della Scuola di Specializzazione in Dermatologia e Venereologia all’Università Federico II di Napoli. 

gc