La corsetta della domenica è meglio della maratona per stare in forma?

Uno studio danese ipotizza che abbiano più aspettative di vita gli sportivi amatoriali rispetto a quelli che si allenano intensamente

WhatsApp Share

Non serve essere maratoneti per vivere in salute: basta un po'di esercizio, anche meno di quello che molti di noi credono.

Alcuni studi hanno dimostrato che chi cammina in fretta, a passo rapido, dovrebbe vivere più a lungo di chi passeggia lentamente, anche percorrendo la stessa distanza.

Allo stesso modo, uno studio danese ha rilevato che i ciclisti che pedalano a ritmo sostenuto tendono a vivere di più rispetto a coloro che se la prendono con calma, anche se passano più ore sulla bicicletta.

E fino a qui sembra tutto filare secondo il senso comune.

Ma in un nuovo studio, pubblicato su "The Journal of the American College of Cardiology", gli studiosi danesi si sono concentrati sulla corsa, dato che è l'attività fisica più semplice e diffusa nel mondo.

La ricerca ha coinvolto oltre mille persone che praticavano abitualmente la corsa; i ricercatori hanno analizzato le loro abitudini di allenamento.

È stato preso in esame anche un campione con caratteristiche corrispondenti, ma di persone che non avevano praticato sport, tuttavia persone sane, senza problemi fisici e non in sovrappeso.

Dopo dieci anni i ricercatori hanno confrontato i dati dei due gruppi e come era lecito aspettarsi, coloro che correvano hanno dimostrato una aspettativa di vita maggiore. Questo dato in effetti non era sorprendente, però, studiando meglio il campione degli sportivi, sono emersi dettagli interessanti.

L'esercizio fisico ideale per vivere a lungo non era quello di alto livello: bastavano una o due ore a settimana e a ritmi tranquilli per stare bene.

Coloro che si allenavano in maniera intensa hanno dimostrato una aspettativa di vita minore rispetto agli appassionati della 'corsetta' settimanale.

Paradossalmente i due estremi della ricerca, i sedentari e i super sportivi, presentavano un tasso di mortalità simile.

Per dovere bisogna ammettere che il campione preso in esame non era così esteso, quindi il dato va preso con le pinze. Ovviamente le cause di mortalità sono varie e anche in questo caso i fattori che entrano in gioco sono molti.

Però lo studio conferma che un po' di esercizio fisico è sempre desiderabile, anche in forma 'amatoriale' e 'leggera'.

E se correte per dimagrire fate attenzione ai braccialetti conta calorie, pare siano inaffidabili.