Il cancro? E' il risultato di uno stile di vita sbagliato

Un nuovo studio svela che le nostre abitudini e l'ambiente in cui viviamo incidono per il 70%-90% nello sviluppo dei principali tumori

WhatsApp Share

 

Il cancro è anche il risultato di uno stile di vita sbagliato. Sì, le nostre abitudini e l'ambiente in cui viviamo contano per il 70%-90% nello sviluppo dei principali tumori. Solo un 10%-30% può essere addebitato al modo in cui il corpo funziona e al rischio di mutazioni casuali del Dnaelle cellule staminali. Lo sostiene un nuovo studio pubblicato sulla rivista Nature da studiosi della Stony Brook University di New York.

Per lo studio, gli esperti, hanno utilizzato modelli informatici, dati statistici e approccio genetico, scoprendo che il 70-90% del rischio per i principali tipi di tumore è dovuto a fattori 'esterni' al nostro corpo, come fumo o radiazioni solari.

 

Insomma, secondo gli esperti l'accumulo di mutazioni interne non è sufficiente a giustificare il rischio di cancro osservato, che è invece fortemente influenzato da fattori esterni, ambientali e di abitudini. Il che, concludono, chiama in causa l'importanza della prevenzione e degli stili di vita. 

gc