Avocado e cancro

L'avocado è un agente protettivo per il cancro?

WhatsApp Share

L'avocado contiene preziosi fitonutrienti, in grado di prevenire la formazione di tumori. Tra questi, l'avocatin B, una particolarissima molecola di grasso.

Secondo un rapporto del 2015, infatti, pubblicato sulla rivista Cancer Research, questa potrebbe combattere la leucemia mieloide acuta (AML), una rara forma di cancro, agendo sulle funzioni mitocondriali.

I ricercatori dello studio, che provenivano da diverse istituzioni italiane e canadesi, hanno scoperto che l'avocatin B era in grado di eliminare non solo le cellule tumorali normali, ma anche le cellule staminali tumorali, lasciando intatte quelle sane.

Di uguale importanza, nella prevenzione del cancro, sono i carotenoidi antiossidanti. Secondo la California Avocado Commission, infatti, gli avocado contengono 11 diversi tipi di carotenoidi, tra cui la luteina, conosciuta per la sua attività antiossidante.

Secondo uno studio del 2012 pubblicato sulla rivista Cancer Causes and Control, un'elevata assunzione di acidi grassi monoinsaturi (sotto forma di avocado) era in grado di ridurre la probabilità di sviluppare un cancro alla prostata. Non solo, l'intero avocado era capace di influire sulle cellule di cancro alla prostata in maniera più efficace della luteina da sola.

Allo stesso modo, l'avvocado è un elemento protettivo per il cancro al seno. Secondo uno studio sulla salute degli infermieri, condotto da Harvard, il cavolo, gli spinaci e l'avocado possono davvero ridurre il rischio di cancro al seno.

Come se non bastasse, gli avocado sono anche ricchi di fibre e contengono quantità significative di nutrienti essenziali, come vitamine e potassio. Che dire? Non rimane che affettarne subito uno...