Il giardinaggio, passo per passo

Una guida per piantare alberi da frutto in terreni di scarsa qualità

WhatsApp Share

Coltivare quello che si mangia non ha a che fare solo con la sopravvivenza, ma anche con la cura e l'amore per sé e per gli altri. Se decidi di intraprendere questo percorso, il primo passo è quello di comprendere il tipo di terreno in cui coltiverai i prodotti. La scelta del terreno migliore per la semina è fondamentale per la sopravvivenza di qualsiasi pianta o albero.

Scegli la posizione
Piante diverse crescono in aree diverse, con condizioni diverse. Il cattivo terreno “stanca” le piante e le piante stressate sono più vulnerabili a malattie e parassiti. Alcune aree hanno un terreno roccioso, alcune possono essere troppo secche o troppo sabbiose, oppure ci può essere un problema che riguarda il pH del suolo. Attenzione poi ai terreni argillosi: l'argilla impedisce alle radici di espandersi, il che limiterà la nutrizione dell'albero e la crescita. Non solo. Fa in modo che l'acqua non fluisca, aumentando il rischio di imputridimento.

Se non puoi piantare altrove, scegli le cime dei pendii, in modo che la forza di gravità permetta al suolo di drenare l'acqua in eccesso. Inoltre, scegli un punto in cui la pianta possa ricevere tanto sole . Se si dispone di un albero che non può autoimpollinare, è meglio metterlo vicino a più partner di impollinazione.

Scegli la pianta
La resistenza ai fattori atmosferici e la resistenza alle malattie devono essere la vostra priorità, nella scelta di quale albero coltivare. La maggior parte delle piante e degli alberi preferisce terreni fertili e ben drenati, ma ci sono varietà che possono tollerare l'aridità. Presta attenzione agli alberi che stanno già crescendo bene in altre aree con condizioni simili, per comprendere quali cresceranno nella tua zona.

Un albero resistente alle malattie è il pruno di Methley: le piante sono resistenti alle malattie fungine, come la ruggine, e sono resistenti al calore. È anche un grande impollinatore per altre varietà di prugne, come il susino giapponese.

Piantare nel terreno argilloso
Se hai deciso di comprare un albero e non dei semi, ricordati di trasferirlo nella sua dimora definitiva. Inizia scavando un buco nel terreno argilloso di quasi due piedi e abbastanza largo.

Lascia dei tagli di pala irregolari attorno ai lati del buco, come percorsi per le radici.

Iniziare a riempire il buco con acqua freatica (l'acqua freatica è l'acqua presente nei pori e nelle fratture di roccie e sedimenti, al di sotto della superficie terrestre), quindi aggiungere del materiale organico fibroso, letame compostato e parte dello sporco ben separato scavato nel foro.

Invece di rastrellare il terreno per eliminare le sacche d'aria, è consigliabile utilizzare solo dell'acqua per aiutare il terreno a sistemarsi e riempire qualsiasi spazio rimanente.

Ci sono oggetti che dopo il loro utilizzo naturale possono ancora regalarci qualcosa e, per questo, possono essere piantati. Quali sono?