A Seoul il tram elettrico che si alimenta 'on line'

Un parco apparentemente come tanti, per bambini e famiglie. Ma all’improvviso può capitarvi di osservare un tram senza fili e senza rotaie che segue una linea disegnata a terra. Sarà forse alimentato a batterie? La vera novità è che per circolare si ricarica “online”, cioè letteralmente su una linea

WhatsApp Share

Il design è tecnologico, ma il tram in questione rappresenta piuttosto una rivoluzione vera nel modo di alimentarsi. Si chiama OLEV, On Line Electric Vehicle, e si ricarica muovendosi lungo una linea azzurra sotto la quale sono collocate delle “strisce energetiche”. La ricarica non avviene per contatto con il mezzo ma attraverso la creazione di un campo magnetico tra la parte inferiore del tram e la linea blu sulla superficie dell’asfalto. L’energia non impiegata viene accumulata nelle batterie, così da rendere sempre pronto a partire questo allegro “trenino”.

Il mezzo attuale, varato da pochi mesi, sostituisce i tram a motore diesel che tanto facevano tossire i visitatori del Parco nella zona di Gwacheon. L’idea è venuta all’Istituto di Scienze e Tecnologie Avanzate della Corea. Il sistema OLEV ha bisogno di batterie delle dimensioni di 1/5 rispetto a quelle impiegate per trazione nei comuni mezzi elettrici. Questa misura garantisce un peso ragionevole del mezzo ed evita perciò lunghi tempi di ricarica. Le strisce magnetiche installate sull’asfalto sono divise in 4 sezioni per un totale di soli 400 metri, ma consentono al tram di fare moltissima strada. (Vincenzo Nizza - fonte Daily Mail Reporter)