Il boom cinese delle auto elettriche

In Cina, la  vendita delle macchine elettriche aumenta del 142% rispetto all'anno scorso

WhatsApp Share

I dati dell'Associazione Cinese dei Costruttori di Automobili (CAAM) hanno rivelato che, nel maggio 2018, sono stati prodotti ben 96.000 veicoli elettrici (sia quelli puramente elettrici che gli ibridi combinati, compresi quelli che il governo cinese e i media chiamano «veicoli di nuova energia»), mentre 102.000 sono le unità che sono state vendute, facendo aumentare rispettivamente dell'85,6% e del 125,6% i numeri di produzione e vendita rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. 

Nello specifico, la produzione di macchine elettriche pure ha raggiunto le 77.000 unità, mentre le vendite sono state pari a 82.000 unità, con un aumento del 75,9% e del 112,8% su base annua; gli ibridi, invece, si sono assestati su una produzione di 19.000 auto e una vendita di 20.000, con un incremento del 138,8% e del 196,8%.

Dall'inizio dell'anno, per il periodo di cinque mesi che è andato da gennaio a maggio, sia la produzione che la vendita di veicoli elettrici hanno raggiunto le 328.000 unità, con incrementi rispettivi del 122,9% e del 141,6% su base annua.
Sulla base di questi dati, la Cina prevede di raggiungere oltre un milione di unità sia nella produzione che nella vendita di veicoli elettrici durante il 2018.

È anche vero, però, che il governo si è detto intenzionato a ridurre gradualmente i sussidi per i veicoli elettrici entro il 2020 e sia questa diminuzione delle sovvenzioni, sia i cambiamenti che avvengono in politica, sono due grandi sfide che i produttori di macchine elettriche devono essere pronti ad affrontare. Infatti, anche se dall'inizio del 2018, i costruttori di veicoli elettrici hanno mantenuto una crescita relativamente solida, ci si aspetta che i profitti subiscano un duro colpo mano a mano che i sussidi diminuiscono.
Staremo a vedere.