Energia pulita: il fotovoltaico del futuro sara' a forma di piramide?

Il pannello solare Spin Cell potrebbe diventare il fotovoltaico del futuro per via della sua originale ed efficiente struttura a forma di piramide

WhatsApp Share

Il fotovoltaico del futuro potrebbe sfruttare delle tecnologie innovative diverse da quelle che conosciamo, ma anche avere delle forme completamente nuove da quelle attuali. Come nel caso di ‘Spin Cell’, creato dall’azienda ‘V3 Solar’, un sistema fotovoltaico rivoluzionario che si discosta totalmente dal solito concetto di pannello solare, per via della sua originale struttura a forma di piramide.

Questo pannello solare, si presenta infatti come una sorta di cono rovesciato, ricoperto da celle solari su tutta la sua superficie. Ma non è tutto: la piramide solare è dotata di un sistema elettronico completamente autosufficiente in grado di far ruotare l’intera struttura. In pratica, il fotovoltaico ‘Spin Cell’ è un pannello rotante dotato di lenti speciali che garantiscono la concentrazione dei raggi solari. 

Il fotovoltaico ‘Spin Cell’, secondo i progettisti, avrebbe inoltre la capacità di generare 20 volte più energia di un normale pannello solare, grazie all’utilizzo di particolari accorgimenti tecnici che aumentano l’efficienza della struttura conica: inclinata di 56 gradi, gira su dei magneti attraverso una conduzione minima di elettricità raccolta direttamente dal sole, per intercettare sempre (a qualsiasi ora del giorno) l’incidenza massima della radiazione luminosa.

Tutta l’energia solare ‘rimanente’ si converte poi in elettricità, rendendo il fotovoltaico ‘Spin Cell’ ancora più efficiente in termini di conversione energetica, dato che la rotazione impedisce il surriscaldamento dei pannelli. In altre parole, il movimento rotatorio mantiene il fotovoltaico più fresco e garantisce una maggiore efficienza grazie ad una sorta di luce stroboscopica utile ad iper-eccitare gli elettroni che compongono il materiale semiconduttore del pannello.

Attualmente, il fotovoltaico ‘Spin Cell’ è ancora legato ad una fase di test sperimentali, in attesa di poter essere prodotto su larga scala e lanciato sul mercato. Per maggiori informazioni è possibile fare riferimento a questo sito.

(ml)