Ecoinvenzioni: l'asfalto ecologico che si ottiene dalle microalghe

L'asfalto ecologico del programma Algoroute, è l'interessante soluzione proposta per ridisegnare il futuro della pavimentazione stradale sostenibile

WhatsApp Share

 

L'asfalto ecologico che si ottiene dalle microalghe è l'interessante soluzione proposta per ridisegnare il futuro della pavimentazione stradale sostenibile. Si tratta, in pratica, di uno speciale bio-asfalto ottenuto attraverso dei residui di microalghe (come ad es. la rimanenza dell’estrazione di proteine idrosolubili per l’industria cosmetica).

Il nuovo asfalto ecologico, messo a punto da un gruppo di enti di ricerca nei laboratori di Nantes e di Orléans nell'ambito del programma di ricerca francese 'Algoroute', è stato realizzato, in particolare, attraverso un processo di liquefazione idrotermale, ossia con acqua pressurizzata, che ha permesso alla microalghe di trasformarsi in una sostanza nera, viscosa e idrofobica molto simile al manto stradale derivato dal petrolio.

L'asfalto ecologico del programma 'Algoroute', secondo uno studio pubblicato su 'Sustainable Chemistry & Engineerin', potrà essere utilizzato per rivestire aggregati minerali e, mantenendo proprietà visco-elastiche dai meno -20°C ai 60°C, assicurerà la coesione della struttura granulare supportando carichi meccanici. Caratteristiche, queste, in grado di garantire, finalmente, una nuova opzione ecosostenibile per la costruzione delle strade, da contrapporre al consueto impiego dell'asfalto derivato dal petrolio. Attualmente, sono in corso test specifici per analizzare il comportamento del manto stradale ecologico nel tempo, ed in più si esaminano eventuali possibilità di investimento per la sua produzione su larga scala. Maggiori informazioni sono disponibili su questo sito.

Matteo Ludovisi