Come si legge correttamente un contatore dell’acqua?

Ci sono due modelli di contatore dell'acqua da apparamento: vediamo come funzionano

WhatsApp Share

Prendiamo in esame i due modelli da appartamento: quelli meccanici con un contatore a rulli e quelli elettronici con un display digitale.

Come spiega Qundis,uno dei principali player nel settore dei misuratori e dei sistemi per la contabilizzazione del calore e dell’acqua, nel caso dei contatori dell’acqua meccanici, il conteggio del consumo per ogni m³ d’acqua viene costantemente contato in avanti. Per questa ragione la lettura deve essere effettuata esattamente il giorno di riferimento (ad esempio, il 31 dicembre). Qualora sul contatore fosse installato un modulo radio, il giorno di riferimento gli impulsi di conteggio verrebbero trasmessi via radio direttamente al fornitore di servizi di misurazione. Per un ulteriore controllo, però, è sempre consigliabile leggere fisicamente la posizione numerica del contatore nel giorno di riferimento.

I contatori dell’acqua elettronici, invece, visualizzano di default sul proprio display il volume cumulativo (il valore di consumo annuo, che viene visualizzato in metri cubi con tre decimali dopo la virgola) alternato ad un test su un segmento (offrendo una visualizzazione che garantisca che tutti i segmenti del display funzionino correttamente). Facoltativamente il loop di visualizzazione è in grado di visualizzare ulteriori parametri di funzionamento e di servizi, per esempio il giorno di riferimento, la portata o il numero di verifica.

Differenze di misurazione tra la posizione numerica del contatore dell’edificio e i valori di consumo cumulativi riportati dal contatore del singolo appartamento sono all’ordine del giorno. Sono riconducibili, per esempio, a perdite su certi tratti di tubature, rubinetti di uso comune non conteggiati, portate minime o differenti classi di precisione o una diversa posizione di installazione dei contatori dell’acqua. Il limite di differenza di misurazione per i contatori dell’acqua tollerato per legge è di ± 5%. Questo fatto comunque, non influisce negativamente sugli inquilini poiché è una differenza che si riscontra in tutti gli appartamenti. I contatori dell’acqua da appartamento servono unicamente per una equa ripartizione dei costi. Per il conteggio finale del reale consumo dell’immobile in base alle unità di costo, vengono poi presi in considerazione i valori di consumo del contatore dell’acqua principale.

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy