Case green da posizionare in mezzo al mare

La nuova soluzione delle case galleggianti anti-uragano è stata brevettata per essere fortissimamente verde e a zero emissioni

WhatsApp Share

31 Dicembre 2017

È un progetto verde di case galleggianti a energia solare quello ideato dell'architetto olandese Koen Olthuis con Waterstudio, in collaborazione con Arkup, una società con sede a Miami nota per la sua avanguardistica visione della vita sul mare. Nella pratica, si tratta di yacht vivibili come case, a zero emissioni, che operano al 100% off the grid (ovvero in autosufficienza totale) e che dispongono di sistemi di gestione dei rifiuti, raccolta e depurazione delle acque piovane.

Le case galleggianti si estendono per 4.350 metri quadrati e sono dotate di 30 kW di pannelli solari, 1.000 kWh di batterie agli ioni di litio e di un isolamento di alta qualità. Sono inoltre estremamente sicure, visto che, grazie all'inclusione di sistemi di auto-elevazione, possono sopportare forti venti, inondazioni e uragani – i sostegni idraulici da 12 metri possono stabilizzare le case galleggianti o anche sollevarle dall'acqua e, se si desidera trasferirsi, due propulsori elettrici da 136 cavalli possono spostare la struttura a 7 nodi.

L'acqua piovana viene raccolta sul tetto, immagazzinata nello scafo e purificata per garantire un'autonomia completa per quanto riguarda questa risorsa. La terrazza (7,13 metri di lunghezza per 3,65 di larghezza) offre un sacco di spazio esterno integrato calpestabile ed è circondata da pannelli in vetro resistenti agli urti, mentre un sistema di comunicazione intelligente (che annovera, tra l'altro, una TV satellitare e delle antenne WI-FI, LTE e VHF) consente di rimanere sempre in contatto con il mondo esterno.

Insomma: una soluzione molto ben fatta – e soprattutto rinnovabile! – per chi ha sempre sognato di vivere in mezzo all'acqua, tra le onde del mare.