Arredamento ecosostenibile: dalla pianta del ricino si ottiene la moquette


Dalla pianta di ricino è nata una particolare moquette, installabile senza l'utilizzo di colle e socialmente utile per gli agricoltori dell'India: ecco Fotosfera

WhatsApp Share

Moquette calda, pratica ed ecosostenibile? La soluzione si chiama Fotosfera, la novità firmata dall'azienda specializzata Interface.
Tutto inizia dal ricino (Ricinus communis), una pianta che cresce per il 70% in India, in modo veloce e più resistente rispetto ad altre colture: queste piante possono prosperare in terreni soggetti a erosione, richiedono acqua solo una volta ogni 25 giorni e consentono agli agricoltori locali un reddito supplementare, permettendo loro di ottenere un ricavo spesso anche dieci volte superiore all'investimento.

 

 

 

ricino
Da qui, Nigel Stansfield, Chief Innovations Officer di Interface, ha creato un prodotto esteticamente accattivante e dalle alte prestazioni, con il 63% di filato biologico: "un grande passo nel raggiungimento del nostro obiettivo di Mission Zero che, allo stesso tempo, offre agli agricoltori l'opportunità di creare un interessante business sostenibile".

tessuto-biologico
Fotosfera viene presentata con due differenti finiture, Structured e Micro, entrambe disponibili in otto varianti colore. Oltre al 63% di filato biologico, include come standard altre caratteristiche di sostenibilità tipiche di Interface.

moquette
Come Biosfera (primo prodotto lanciato con filato riciclato al 100%), anche la collezione Fotosfera aderisce, infatti, al programma di compensazione Cool Carpet e viene fornita con il sistema TacTiles, il metodo di installazione senza colla che, rispetto alle alternativa tradizionali, riduce in modo importante l'impatto sulla salute e sull'ambiente.
-fd-