Dimagrire: meglio correre o camminare?

Fare attività fisica è un ottima idea: meglio iniziare a correre o fare lunghe camminate?

WhatsApp Share

Spesso pensiamo che per dimagrire dobbiamo metterci a correre come pazzi al parco o sudare per ore sul tapis-roulant. Invece potrebbe bastare una attività ancora più semplice: camminare.

Chi vuole perdere peso e inizia a fare attività fisica è meglio che si concentri in lunghe camminate mantenendo un'andatura costante; in questa maniera brucerà più calorie derivate dai grassi (proprio i chili di troppo che vogliamo eliminare) e meno dai carboidrati (l'energia, per intendersi, che avremmo subito a disposizione). In sostanza camminando consumeremo meno calorie che correndo, ma bruceremo più grassi.

Inoltre correre, se non siete atleti, potrebbe ridursi a una serie di scatti o di brevi periodi di attività e questo riduce l'efficacia dell'esercizio. Per le persone fuori forma la corsa potrebbe compromettere la salute delle ginocchia e delle articolazioni, specie se si trovano sovrappeso. 

Camminando non andremo incontro alla fame che potrebbe derivare da un esercizio intenso; camminare è un'attività più dolce, che possiamo fare a lungo e che ci aiuta a rilasciare dopamina e serotonina: questi ormoni stimolano la felicità e la motivazione.

Prima di fare un piano di allenamento o una dieta è sempre bene consultare dei medici perché servono delle indicazioni studiate in modo specifico per ognuno di noi.

Ecco sette consigli per la camminata perfetta.

a.po