Anche Nike si converte all'uso di materiali non sintetici, la produzione di scarpe si può fare anche da prodotti riciclati, ma c'è di più: la multinazionale vuole ridurre anche l'uso di prodotti tossici. L'obiettivo finale è una produzione eco. Sarà sogno o realtà? O solo una trovata pubblicitaria? Noi di Ecoseven staremo a vedere!

 

Dal 21 al 27 Febbraio le previsioni di Ecoseven.net per ogni segno zodiacale, vai nella sezione Oroscopo e scopri cosa dicono gli astri, ma soprattutto quale consiglio ti viene dato per riaspettare l'ambiente...

 

E' San Valentino. Un'dea per i tuoi auguri? Divertenti, colorate, insolite, sempre positive: ecco le cartoline ecoseven per augurare buon San Valentino a chi ami ed al pianeta.

 

L'albero dell'anno è un concorso europeo che dura fino al 6 marzo. Scopri come e chi votare con un click. L'albero è il simbolo di una comunità e di una storia da preservare e da tramandare

 

Una webzine dedicata alla musica, alla cultura, alle forme di espressione in genere. Dalla fotografia al teatro, dalla scena artistica italiana a quella internazionale. Questo è Ecoseven Cult.

 

Incredibile ma vero; un abito che si sta sperimentando in America consentirà di purificare l'aria delle nostre città in cui prevale monossido di carbonio e altri veleni pericolosi. Ma sara' un abito comodo? Sicuramente sara' a misura di ambiente

 

Filmati, cartoline, adesivi. Guardali, condividili, postali sul tuo profilo facebook, inviali ad un amico. Insomma facci tutto quello che ti viene in mente, e quando hai finito, ricomincia da capo: ne trovi di nuovi e sempre diversi ogni settimana. Tutti targati Ecoseven.net

 

Le energie rinnovabili "sono la frontiera della green economy". Lo sottolinea, in un intervento sul Corriere della Sera, il ministro dell'Ambiente, Stefania Prestigiacomo, intervenendo nel dibattito aperto dal quotidiano di via Solferino, e chiarendo che il loro valore "strategico è legato alla sicurezza energetica, e alla diversificazione delle fonti per non essere totalmente dipendenti dalle importazioni di petrolio, carbone e gas". Sull'energia pulita le economie emergenti e quelle sviluppate hanno investito, ricorda il ministro, "525 miliardi di dollari tra il 2008 e il 2010, con una crescita del 30% nell'ultimo anno nonostante la crisi". La diffusione delle fonti rinnovabili, peraltro, "nell'ultimo quinquennio ha determinato economie di scala con una riduzione dei costi fino a 5 volte, mentre il valore degli incentivi, come rilevato di recente dall'Autorità internazionale dell'energia, è inferiore alle misure di supporto all'uso dei combustibili fossili tradizionali". Parlare di rinnovabili, quindi, "non significa discutere del mascalzone che pianta le pale, magari deturpando un paesaggio suggestivo, e non le collega alla rete lucrando sull'incentivo", ma "dell'energia che muoverà il mondo (e quindi l'economia, e quindi il lavoro) di domani". E in Italia, che "ha l'obiettivo del 17% nel 2020 di energia prodotta da rinnovabili" e ora sta "all'8", l'economia "legale legata alle rinnovabili è in straordinaria espansione". Con un "trend in crescita che rende raggiungibile l'obiettivo Ue".