Riapre al pubblico la foresta Mariposa Grove

Grazie a un progetto di ripristino dell'habitat di 500 sequoie giganti, si può tornare nello Yosemite National Park

WhatsApp Share

Le sequoie giganti, ovvero le sequoiadendron giganteum, sono alcuni degli organismi più straordinari al mondo. Possono vivere fino a 3.000 anni e sono noti per essere gli alberi più grandi mai conosciuti, non in altezza ma per volume cubico – uno dei più noti si trova nel Sequoia National Park e si chiama Generale Sherman: non è solo il più grande albero vivente, ma il più grande organismo vivente, per volume, sul nostro pianeta (Generale Sherman ha 2.300 anni, pesa 1.910 tonnellate ed è alto 83,8 metri; alcuni dei suoi rami hanno 2,10 metri di diametro).

La foresta Mariposa Grove, situata nella parte meridionale dello Yosemite National Park, ospita 500 sequoie giganti, alberi di 1.800 anni: una collezione che, nel corso del tempo, ha attirato turisti da tutto il mondo. Sfortunatamente, per permettere ai turisti di procedere nella visita sono stati fatti molti cambiamenti – tipo: buchi nei tronchi per far passare le macchine, strade asfaltate, negozi di souvenir, – e questo ha comportato che, ad oggi, più di 7000 auto possono infestare Yosemite nei giorni più affollati d'estate. Tutto questo peso, causato dalla tensione dell'asfalto, ha provocato un problema ai sistemi di radici superficiali, che hanno iniziato ad avere difficoltà nel trovare l'acqua di cui avevano bisogno.

Per questo, nel 2011 è iniziato un piano per ripristinare l'habitat delle sequoie giganti nel Mariposa Grove, che si è formalizzato nel 2013 ed ha preso piede nel 2015, quando il Mariposa Grove è stato chiuso per la sua attuazione. I due obiettivi principali di questo progetto erano di migliorare l'ambiente di vita delle sequoie giganti e di migliorare l'esperienza dei visitatori.

Grazie a Yosemite Conservancy e a 40 milioni di dollari di investimento, il 15 giugno 2018 – 3 anni dopo l'inizio dei lavori – la foresta è stata riaperta al pubblico.