Manovra di bilancio 2018: sconti per bus e metro

Sarà possibile detrarre le spese per tram, bus, metro e treni regionali fino a 250 euro

WhatsApp Share

Il disegno di legge di bilancio 2018 è approdato al senato per l’esame parlamentare. Nel testo ritorna una misura che farà piacere a chi utilizza il trasporto pubblico: le detrazioni per gli abbonamenti.

Sono previste detrazioni fiscali fino a 250 euro per le spese d'abbonamento di trasporti pubblici locali, regionali e interregionali. Tra le novità anche l'agevolazione per gli accordi di rimborso di questi abbonamenti da parte dei datori di lavoro per i propri dipendenti e per i loro familiari - una sorta di ''bonus bus-treno'' - che non entrano a far parte del reddito da lavoro tassato.

Per quanto riguarda il “bonus energia” arriva la proroga di un anno per quelli che riguardano le ristrutturazioni energetiche e l’acquisto di mobili. È previsto anche uno sconto ad hoc (36%) per una pesa fino a 5.000 euro, per la sistemazione a verde di aree scoperte di edifici e immobili esistenti. Lo sconto, spiega l’Ansa, è previsto anche per impianti di irrigazione e la realizzazione di pozzi, copertura a verde e giardini pensili.
Per quanto riguarda il bonus energia per infissi, schermi solari, sostituzione impianti climatizzazione il bonus scende dal 65% al 50%.