Il Perù rilascia mezzo milioni di baby tartarughe per salvare la specie dall'estinzione

Tartarughe alla riscossa!

WhatsApp Share

A cosa si può pensare che superi in bellezza delle piccole tartarughe che arrivano a combattere contro l'estinzione della propria specie? In questo caso, è proprio un giovanissimo e bellissimo esercito maculato di giallo quello che il Perù sta rilasciando in libertà: 500.000 baby tartarughe alla riscossa. 

Il Servicio Nacional de Áreas Naturales Protegidas por el Estado (SERNANP), un gruppo gestito dal governo che si occupa della conservazione della natura, sta regolando questo rilascio in ondate: il primo lotto è stato liberato a ottobre e il secondo a metà novembre.
La tartaruga del Rio delle Amazzoni è una specie minacciata e gli ambientalisti sperano che questo enorme progetto di reintroduzione darà alle tartarughe una maggiore possibilità di sopravvivenza nel lungo periodo.

Quando è adulta, la Podocnemis unifilis è una delle più grandi tartarughe del Sud America: può arrivare ad essere lunga fino a 45 centimetri e pesare fino a più di 7,5 Kg – inoltre, in condizioni ideali, vive fino a 70 anni. 

Protette ai sensi della Convention on International Trade in Endangered Species (CITES), le tartarughe del Rio delle Amazzoni sono in declino da anni: gli ambientalisti sperano che questa mossa riuscirà a cambiare la loro sorte.

Le baby tartarughe sono state concepite in natura e, al fine di dare loro una migliore possibilità di sopravvivenza, i volontari e i dipendenti di SERNANP hanno raccolto le loro uova nel mese di agosto e le hanno portate in habitat artificiali, dove sono state incubate per 70 giorni – la stessa quantità di tempo in cui sarebbero rimaste nei loro nidi sotterranei in natura. Le uova di tartaruga sono un bersaglio facile per i predatori affamati, quindi questo prelievo è stato fatto per aumentare le loro possibilità di schiudersi.

Finora, sono circa 17.000 le tartarughe che sono state rilasciate e che vivranno il resto della loro vita in natura: si spera che possano vivere a lungo e riprodursi con successo, in modo da rinsaldare il futuro di questa specie a rischio.