Clima, Richard Branson contro Trump: “su accordo di Parigi errore bizzarro”

Il futuro dell'economia è senza i combustibili fossili, lo spiega anche uno dei più grandi imprenditori inglesi

WhatsApp Share

La scelta di Donald Trump di sfilarsi dall’accordo sul clima di Parigi non ha lasciato l’amaro in bozza soltanto agli ambientalisti, anche molti imprenditori non hanno colto il senso di una mossa in controtendenza rispetto agli sviluppi della tecnologia e dell'economia. I combustibiliu fossili rappresentano il passato e lo sviluppo economico garantito dalle rinnovabili potrebbe essere il trend del futuro.

Anche il miliardario inglese Richard Branson, fondatore del gruppo Virgin, è perplesso. Ha definito la scelta di Trump un “errore bizzarro” e si augura ci sia un ripensamento.

Il cambiamento climatico rappresenta una "grande opportunità", ha affermato Sir Branson secondo quanto riportato dalla stampa. Imprese e città sono chiaramente favorevoli a una decarbonizzazione dell'economia, per cui la decisione di Trump è "molto, molto strana".

"Trump ha avuto centinaia dei manager e imprenditori più influenti al mondo che gli hanno parlato, e li ha ignorati. Per cui non c'è garanzia che cambi idea", ha osservato Branson.