Frutta vs cianuro

Il terreno contaminato da cianuro può essere trattato con rifiuti a base di banana, ananas e anguria

WhatsApp Share

Gli scienziati hanno trovato un modo per rimuovere il cianuro dai terreni, specialmente quelli contaminati da rifiuti della lavorazione della tapioca. Lo studio, pubblicato sull'American Journal of Environmental Sciences, ha mostrato come l'utilizzo di rifiuti organici, derivati da alcuni particolari frutti, possa perfino migliorare gli enzimi del suolo e i nutrienti.

Lo scopo dei ricercatori includeva la bio-stimolazione dei rifiuti organici, usando microrganismi presenti negli scarti alimentari. Il team ha selezionato i rifiuti di banana, ananas e anguria e li ha posti in terreni contaminati. Ogni campione conteneva 100g di derivati di tapioca e sono state aggiunte diverse quantità di rifiuti derivati da alimenti biologici.

In percentuale, i campioni di terreno sono stati arricchiti con l'uno, il cinque e il dieci percento di banane, ananas e cocomeri: per 28 giorni sono stati raccolti campioni e sono state testate le concentrazioni totali di cianuro, i batteri eterotrofi totali e l'attività enzimatica.

I ricercatori hanno scoperto che i rifiuti che contenevano il 10% di anguria portavano una più efficace riduzione del cianuro, rispetto agli altri tipi di rifiuti alimentari. Sono state identificate, quindi, altre proprietà fisico-chimiche del suolo. E' stata rivelata una correlazione positiva tra il contenuto di carbonio organico del suolo, la biomassa microbica e la sua popolazione.

Sulla base delle loro scoperte, i ricercatori hanno concluso che i rifiuti di cibo biologico, derivati da banana, ananas e anguria, sono efficaci nel migliorare i nutrienti del suolo e nel diminuire le quantità di cianuro in terreni contaminati.

A proposito di cianuro, lo sapevate che è contenuto nei noccioli delle albicocche?