La rete idrica della Toscana fa acqua da tutte le parti

In Toscana le perdite d'acqua arrivano al 40%, nonostante siano stati fatti investimenti per l'ammodernamento della rete idrica

WhatsApp Share

 

La rete idrica della Toscana fa acqua da tutte le parti e perde il 40% del’oro blu, nonostante negli anni precedenti siano stati fatti grossi investimenti per migliorare la situazione. E su questo presupposti si basa l'interrogazione sul sistema idrico presentata da alcuni consiglieri regionali.

 

L’interrogazione vuole portare alla luce quale sia la reale situazione della rete idrica della regione e perché nonostante siano stati spesi dei soldi si spreca ancora tanta acqua. ‘Vogliamo capire - spiegano i consiglieri che hanno posto l’interrogazione - qual è lo stato della rete in Toscana anche a fronte dei milioni euro spesi durante la scorsa legislatura dalla Regione per l'ammodernamento. Ci risultano condutture vecchie anche di 50 anni, ma soprattutto una percentuale di acqua persa vicina al 40%. Durante la scorsa legislatura vennero investiti ben 24 milioni di euro per l'ammodernamento della rete, vogliamo capire come e dove sono stati spesi quei soldi e se vi è un piano d'interventi diffuso’. E ancora, i consiglieri vorrebbero sapere ‘se sono in programma gli interventi di ammodernamento necessari a renderla più efficiente, efficace e meno obsoleta’.

‘L'acqua è una risorsa primaria e sprecarla è un peccato grave - concludono i tre consiglieri - il paradosso è che ai gestori della rete costa meno estrarre nuova acqua piuttosto che riparare la rete idrica; se a questo si aggiunge che in Toscana le tariffe per il servizio idrico sono più alte della media nazionale, diventa chiaro che c'è qualcosa che non funziona nella gestione che ricade sui cittadini’.