Si è tenuto a Londra, il 18 novembre, il Free lunch, un pranzo popolare gratis organizzato da Tristam Stuart. Un modo per dire a tutti: facciamo attenzione a non sprecare

 

Frodi commerciali nel mercato ittico. Filetti di pangasio venduti come filetti di cernia, squalo smeriglio venduto come pesce spada. I prezzi aumentano e i pesci non sono più gli stessi di una volta

 

Molte le novita' previste dal nuovo regolamento Ue. E' obbligatorio indicare la provenienza degli ingredienti agricoli e i valori nutrizionali del prodotto, ma solo fra cinque anni. Attenzione agli ingredienti che possono dare allergia, che vengono usati anche per fare il vino, tema caro ad Ecoseven.net

 

La scarola riciclata? Da oggi si può, scopri come è possibile ricavare l'insalata dagli scarti alimentari. Si apre una frontiera enorme per il futuro dell'alimentazione nel mondo

 

Dal 18 al 20 novembre Bolzano ospita l'ottava edizione di Biolife: fiera italiana dedicata all’alimentazione sana ed a tutti i prodotti di origine biologica. Particolare attenzione alle eccellenze del territorio, grazie alle certificazioni "Bio" regionali

 

Dopo il Forum agroalimentare di Cremona le associazioni di categoria hanno deciso di riunirsi per dare un segnale all'Europa e contrastare una politica agricola comune che rischia di costare di più e inquinare di più

 

L’ispettorato centrale della tutela della qualità e repressione frodi dei prodotti agroalimentari e i Nac dei Carabinieri tutelano la qualità delle produzioni made in Italy attraverso la loro preziosa opera di controllo

 

Negli ultimi anni sono sempre più presenti nell’alimentazione degli italiani, come punto di riferimento fisso per il mangiar sano. Ma da dove nasce la definizione di prodotto 'biologico'?

 

Il lavoro dei Nas, Nucleo antisofisticazione e dei Nac, Nucleo antifrode carabinieri del Ministero delle Politiche agricole per prevenire e combattere i falsi prodotti bio che rappresentano un vero e proprio business

 

Si è conclusa la missione organizzata dall'Accademia russa delle Scienze che ha simulato il viaggio di 6 uomini su Marte. Tra i contributi italiani alla ricerca, quello di Colussi e Granarolo, che hanno sviluppato appositi prodotti alimentari per gli astronauti virtuali. Anche nello spazio quindi si mangerà made in Italy

 

Il salvagente del settore è l’export ma bisogna fare attenzione anche all’import di questi prodotti. Per fare ciò bisogna puntare sulle denominazioni di origine controllata. Gli italiani che mangiano carne lo fanno anche tre volte a settimana, oltre un milione chi non consuma affatto questo prodotto

 

Cresce la produzione “bio” in Italia. La Sicilia è la Regione che più contribuisce al totale nazionale della superficie coltivata in senso “biologico”, con il 20 per cento sparso sulle sue terre