Mangiare SOLO carne

I nuovi carnivori sono gli anti-vegani per eccellenza: si tratta di un gruppo di persone che non mangia altro che proteine animali

WhatsApp Share

I seguaci di questa nuova dieta sono degli estremisti della carne: consumando tra uno e due chili di bistecche al giorno, sfidano tutto ciò in cui credono i vegetariani o i vegani o anche chi ha una alimentazione onnivora ma coscienziosa.

Si possono definire assolutamente «carnivore» (nel vero senso del termine, ovvero esemplari animali che si nutrono solo di carne) le persone che hanno aderito a questo fenomeno – che anche se ancora piccolo ha già fatto parlare di sé. I carnivori affermano che mangiare solo carne e uova, senza aggiungere assolutamente frutta, verdura, noci, cereali o latticini, offre enormi benefici mentali e fisici; sostengono che la dieta a base di sola carne aumenti la capacità di mantenere alta la concentrazione, la chiarezza e la produttività e che questo consumo di proteine animali gli abbia permesso di compiere prodezze fisiche precedentemente irraggiungibili.

Eppure, le prove scientifiche non fanno che mostrare un mondo che dovrebbe liberarsi dalla produzione industriale di carne, visti i numerosi modi in cui degrada il pianeta – dalla distruzione degli habitat naturali alla perdita della biodiversità, dal richiedere enormi quantità di acqua per ritorni molto bassi a una diffusa contaminazione delle risorse idriche. Come fanno i carnivori a non pensare all'ambiente?

Inoltre queste persone – di cui si possono leggere le parole e le singoli storie nelle interviste che gli sono state fatte dal The Guardian – non danno nemmeno la priorità all'acquisto di carne di qualità superiore (o almeno di carne di animali allevati in condizioni considerate più naturali o etiche): nonostante il fatto che la carne sia la sola cosa di cui si nutrono non si preoccupano affatto della sua provenienza.

Quindi la filosofia è quella di consumare carne senza pensieri, senza mettere in conto né la qualità né le conseguenze (è noto che l'eccessivo consumo di carne rossa sia stato collegato a malattie cardiache, infiammazioni dell'intestino, diabete e persino cancro), senza preoccuparsi dell'ambiente, del pianeta e delle altre persone. Una follia, insomma.

Speriamo che la cosa si sgonfi e che non ne dovremmo sentir parlare mai più.