La quercitina sostiene le difese immunitarie

Questo composto presente nella maggior parte della frutta potrebbe difenderci dalle infezioni

WhatsApp Share

Quando si tratta di trovare modi naturali per prepararsi alla stagione influenzale, non è necessario guardare lontano: la quercetina, un composto presente nella frutta e nella verdura, può aumentare la nostra resistenza agli agenti patogeni, compresi i virus dell'influenza A e B.

La quercetina è una sostanza chimica che si trova naturalmente in un certo numero di alimenti (tra cui mele, cipolle, tè, bacche e vino rosso) e in alcune erbe (come il ginkgo biloba e l'erba di San Giovanni).

Agisce come un antiossidante, contrasta i radicali liberi (sottoprodotti chimici noti per danneggiare le membrane cellulari e danneggiare il DNA) e possiede proprietà antistaminiche e antinfiammatorie. Nella medicina alternativa, si dice aiuti in caso di allergia, malattie cardiovascolari, raffreddori, influenza.

Queste proprietà sono sostenute da più ricerche. In uno studio pubblicato sull'American Journal of Physiology-Regulatory Integrative and Comparative Physiology, i ricercatori hanno scoperto che i topi trattati con la quercetina prima di essere esposti a situazioni a rischio erano più resistenti all'influenza.

Non solo. Secondo un altro studio, la quercitina aiuta il corpo a superare l'immunosoppressione che segue la fatica e diminuisce di molto le assenze a scuola e sul lavoro causate da raffreddori.

Il suo utilizzo è conosciuto anche in ambito veterinario: gli alti livelli di antiossidante naturale che contiene sono capaci di uccidere la Leishmania donovani e la Leishmania amazonensis nelle loro fasi amastigote