Ecco come sostituire lo zucchero bianco

È possibile utilizzare dei sostituti dello zucchero bianco raffinato? Certo, eccoli

WhatsApp Share

Vuoi sostituire lo zucchero (sia bianco che di canna) con delle valide alternative? 

Prima di tutto un consiglio: se proprio non puoi rinunciare allo zucchero bianco, meglio cercare quello bio, sbiancato con processi naturali. Infatti per raffinare alcuni zuccheri industriali è possibile che vengano impiegati acido solforico e soda caustica. 

Un altro approccio saggio è diminuire gradualmente la quantità di zucchero che utilizziamo; spesso, ad esempio per il caffè, è una questione di abitudine. 

Per dolcificare potete provare lo zucchero di canna integrale, detto anche panela. Ha un sentore di liquirizia e si presenta più compatto e granuloso, quasi umido. Questo è il primo zucchero che si estrae dal succo di canna. 

Anche il miele è una valida alternativa. A livello nutrizionale vanta innumerevoli proprietà ed è anche un toccasana per la salute, grazie alle sue proprietà antibatteriche. 

Possiamo considerare anche gli sciroppi di riso e di mais ottenuti dalla germinazione dei cereali. Contengono molto maltosio e sono ricchi di potassio, sodio e amminoacidi. 

C'è anche il malto d'orzo che si ottiene cuocendo in acqua dell'orzo germinato ed essiccato.  

Teniamo in considerazione anche il succo d'agave e il succo d'uva, dal sapore particolare. 

E facciamo attenzione, una ricerca rivela che zuccheri e grassi degli snack confezionati posso dare vera e propria dipendenza, quasi fossero una droga.

a.po