Decreto Terra dei Fuochi: contaminati solo 15 Ettari

Firmato dai ministri Maurizio Martina (Politiche agricole), Gian Luca Galletti (Ambiente) e Beatrice Lorenzin (Salute) il Decreto Terra dei Fuochi: coltivazione vientata nei soli 15 ettari contaminati

WhatsApp Share

 

Il Decreto Terra dei Fuochi ha deciso: non sarà più possibile coltivare frutta e ortaggi su 15 ettari di terreni agricoli (150mila metri quadrati). Si tratta, solo di una piccola parte: secondo le analisi solo quella è contaminata e la coltivazione metterebbe in pericolo la salute.

Il decreto è stato firmato ieri dai ministri Maurizio Martina (Politiche agricole), Gian Luca Galletti (Ambiente) e Beatrice Lorenzin (Salute). Con il decreto, vengono definitivamente interdetti dall'uso agricolo alcuni suoli ricadenti nei territori di 57 degli 88 comuni considerati a rischio.

 

Per i restanti 31 comuni le indagini continuano e nel frattempo vige il divieto temporaneo di commercializzazione dei prodotti ortofrutticoli che non abbiano ricevuto un nulla osta specifico dall'Asl di appartenenza.

gc