Caldo, come conservare frutta e verdura

Con le alte temperature e’ bene fare attenzione a come vengono conservate la frutta e la verdura. La lattuga ad esempio deve essere avvolta dalla carta, la banana deve essere messa in frigo

WhatsApp Share

L’arrivo di Caronte e del caldo afoso è obbligatorio integrare la nostra dieta con frutta e verdura, cibi che idratano e rinfrescano il nostro organismo anche nei giorni più caldi. Ma proprio perché fa caldo e le temperature sono molto elevate allora bisogna prestare attenzione anche alla conservazione della frutta e della verdura. I frutti di bosco (mirtilli, lamponi, more e fragole) devono essere conservati all’interno di un contenitore, da immergere in una pentola di acqua calda per 30 secondi: i vostri frutti verranno ripuliti dalle muffe e si manterranno freschi più a lungo.

Per conservare bene la banana è necessario metterla in frigorifero, dove la produzione dell'etilene, il gas che provoca la sua maturazione, viene rallentata. Lattuga, cicoria e tutte le verdura a foglia verde si conservano più a lungo se le si avvolge in un tovagliolo di carta, togliendo l’umidità. Se cominciano ad appassire allora è bene risolvere con un bel bagno ghiacciato.

I pomodori si mantengono bene a temperatura ambiente: le basse temperature del frigorifero favoriscono la formazione delle muffe interne e gli fanno perdere sapore e aroma. Meglio se i pomodori vengono riposti in una busta di carta a temperatura ambiente.

Le verdure come i  peperoni, le melanzane, i broccoli, i cavoli, i fagiolini, i funghi, le cipolle, il sedano e i cetrioli si possono congelare, per poterli poi utilizzare all'occasione. Prima, però, è bene sbollentarli e raffreddarli.

(gc)