Aggiungi cardamomo alla tua tazza di caffè

In pochi minuti, una bevanda ricca di antiossidanti

WhatsApp Share

Il cardamomo, aggiunto al caffè, non solo influisce sull'aroma della bevanda, ma anche sulle sue proprietà. La miscela che ne deriva, infatti, è un'ottima fonte di antiossidanti. Ad affermarlo è uno studio, i cui risultati sono stati pubblicati su CyTA - Journal of Food 

I ricercatori hanno usato il caffè tostato (Coffea arabica) e il cardamomo macinato. Dagli ingredienti, sono stati estratti antiossidanti e fenolici solubili in acqua: questi sono stati analizzati sia separatamente, che insieme.

In particolare, sono stati valutati il potenziale antiradicale, il potere antiossidante di riduzione ferrica (FRAP), il potere chelante (CHEL), l'attività simil-dismutasica, la lipossigenasi (LOXi) e il potenziale inibitorio della xantina ossidasi (XOi). Non solo. E' stata esaminata anche l'interazione tra i fitochimici del caffè e del cardamomo.

I ricercatori hanno scoperto che le attività antiossidanti, nella miscela risultante, erano il prodotto dei composti fenolici di entrambi gli ingredienti.

Le interazioni FRAP, CHEL e XOi durante la digestione simulata erano simili a quelle degli standard chimici. Tuttavia, gli inibitori LOX hanno agito in modo diverso durante la digestione dallo standard.

Sulla base di questi risultati, esiste un'interessante correlazione tra i fenoli del cardamomo e il caffè, tale da influire sulle proprietà della bevanda che ne deriva.

Il cardamomo è anche uno degli ingredienti del “Latte d'oro”, una bevanda dai super poteri.