Agricoltura sostenibile: in arrivo la fotocamera che salva le coltivazioni

Un'agricoltura piu' sana e sostenibile potrebbe presto essere possibile, grazie alla realizzazione di una speciale fotocamera che analizza lo stato di salute delle coltivazioni

WhatsApp Share

Un'agricoltura più sana e sostenibile potrebbe presto essere possibile, grazie alla realizzazione di una speciale fotocamera capace di rivelare in poco tempo lo stato di salute dei campi di coltivazione. Si tratta, in pratica, di una particolare macchina fotografica che, montata su un piccolo aeroplano, è in grado di registrare le immagini dall'alto e di verificare le condizioni delle coltivazioni, in modo da valutare tempestivamente la possibilità di eventuali interventi per il loro ‘miglioramento’.

La nuova fotocamera intelligente, ideata recentemente dall’istituto di ricerca tedesco ‘Fraunhofer Institute for Factory Operation and Automation (IFF)’ di Magdeburgo, ha la caratteristica di analizzare, nello specifico, tutte le informazioni legate allo spettro elettromagnetico sia di un’intera area di coltivazione che delle singole piante che compongono il campo. In sostanza, la fotocamera intelligente dell’IFF, può essere usata per individuare le caratteristiche dei legami chimici specifici delle piante attraverso cui è possibile analizzare le loro condizioni ‘fisiche’ (se sono in buona salute o meno).

La fotocamera intelligente dell’IFF è quindi di tipo ‘iperspettrale’, ossia è un apparecchio modificato (già utilizzato in altri ambiti per il riconoscimento delle sostanze chimiche e della composizione di minerali, vegetazione terrestre, ambienti di origine artificiale etc..) in grado di acquisire tutta una serie di informazioni sullo stato di salute delle coltivazioni che vengono poi inviate in laboratorio ed elaborate, sulla base di particolari modelli matematici, grazie ad un apposito software.

L’agricoltura, attraverso questo sistema, potrà quindi svilupparsi in modo più sano e sostenibile, soprattutto perché sarà possibile intervenire sulle colture e sulle singole piante proprio dove serve. Ad esempio, si potrà capire la qualità della nutrizione di una pianta ed intervenire apportando i nutrienti necessari.

La fotocamera intelligente dell’IFF, ideata principalmente per il monitoraggio di viti e mais, è stata testata di recente in Australia con ottimi risultati e, nei prossimi mesi, potrebbe essere usata per salvare i raccolti anche di altri Paesi.

(Matteo Ludovisi)